Perché pregare?

praying-hands-on-scriptureIn tutta la Bibbia vediamo un Dio desideroso di stabilire una relazione con il Suo popolo. Tu devi pregare proprio perché senza comunicazione non c’è relazione. Lo stesso Dio che camminava con Adamo nel giardino dell’Eden nell’aura del giorno, desidera anche oggi avere un intima comunione con ognuno di noi. La preghiera genuina è, dunque, completamente centrata attorno alla relazione e non ha niente a che fare con la religione vuota o rituale; è un rapporto affettuoso che prevede un dialogo con Dio.

Nell’Antico Testamento, soltanto il gran sacerdote poteva entrare nel Luogo Santissimo, e guadagnare così accesso alla presenza di Dio, e questo solo una volta l’anno dopo aver compiuto riti. Nel Nuovo Testamento, la morte di Gesù dà a tutti coloro che credono in Lui accesso diretto alla presenza di Dio. La Bibbia spiega perché i sacerdoti non sono più necessari come mediatori tra noi e Dio. Gesù risuscitato, il nostro “Sommo Sacerdote”, è il nostro mediatore. Lui ci autorizza a venire liberamente al trono della grazia per “ricevere misericordia e trovare la grazia, per aiutarci nel momento del bisogno”.

E’ una cosa meravigliosa sapere che il Creatore di ogni cosa, desidera avere una relazione personale con te e che Lui ti conosce per nome. Tu non sei un estraneo per Lui, perché ti ha creato con amore e attraverso la preghiera puoi scoprirLo.

Come dovresti pregare? La Bibbia illustra persone in preghiera in vari modi: con le parole d’intelligibilità, con gemiti, con poesie o canzoni, con grida oppure silenziosamente. Ma in qualunque modo sceglierai di pregare devi capire che la preghiera è essenzialmente il tuo cuore rivolto verso Dio. Potresti pregare ogni giorno come se fosse una questione di vita o di morte, inginocchiato, sdraiato, ad alta voce… ma se poi non stessi mai un attimo zitto per sentire se Dio ti risponde qualcosa, che tipo di relazione sarebbe? Che tipo di comunione sarebbe? Gesù vuole parlarti e tu puoi sentire la Sua voce. E’ una Sua promessa. All’inizio forse non sarai abituato di sentire la voce di Dio, ma dovresti perseverare e chiedere a Dio di parlarti attraverso la Sua Parola e attraverso il Suo Spirito. Col tempo, sarai sempre più capace di ascoltarLo. Leggendo la Parola e pregando, svilupperai la tua abilità di ascoltare Dio.

E Dio ascolterà le tue preghiere? In tutti gli insegnamenti che Gesù ha dato sulla preghiera, c’è n’è uno che ci da una chiave importante: “Dimorate in me, e io dimorerò in voi. […] Se dimorate in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quello che volete e vi sarà fatto” (Giovanni 15:4, 7). Se tu dimori in Gesù, cioè se cammini nel Suo amore e nella Sua volontà, e preghi nella Sua volontà, Lui sicuramente ascolterà ed esaudirà le tue preghiere.

Leave a reply