Posso avere comunione con Dio?

La risposta a questa domanda è semplicemente “Si!”. Anzi, Dio desidera ardentemente avere comunione con te e ti incoraggia: “Dimorate in me, e io dimorerò in voi. Come il tralcio non può da sé dare frutto se non rimane nella vite, così neppure voi se non dimorate in me” (Giovanni 15:4).

Ci sono tanti modi in cui si può avere comunione, ma la prima cosa importante da capire è che è Dio per primo che vuole comunicare proprio con te. Quando parliamo di un “rapporto personale con Dio”, facciamo riferimento al fatto che è la tua persona con cui Dio vuole avere una relazione, proprio con te, così come sei adesso. Come abbiamo spiegato in “Perché ho bisogno di Gesù?”, Gesù è morto perchè questa comunione fosse possibile. In altre parole: Gesù ti ama a tal punto che ha scelto di morire per poter vivere con te e comunicare con te!

La tua prossima domanda potrebbe essere: “Come posso avere comunione con Dio?”. Come già detto, ci sono tanti modi, tra cui la preghiera, l’adorazione, la lettura della Bibbia e la profezia. Ma tutti quanti hanno una cosa in comune: il tuo desiderio di avvicinarti al Signore, di conoscerLo meglio e di sentire la Sua voce.

”Posso veramente aspettarmi di udire Dio che parla con me?” Dipende da te desiderare e cercare la voce di Dio. In genere, Dio non sceglie una persona a caso né manda una voce rimbombante giù dal cielo. Piuttosto sono coloro che cercano Dio con diligenza che possono sentirLo. Dio sta creando in te delle orecchie spirituali affinché tu Lo possa ascoltare e degli occhi spirituali per vedere ciò che ti mostra. Quando senti che Cristo ti communica, non sta parlando dal cielo o da un luogo remoto. Gesù è Emmanuele, Dio con noi (Mt. 1:23). Quando hai comunione con Cristo, Egli risiede dentro di te.

La preghiera

Gesù dice che il comandamento più importante è: “Amerai dunque il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. La preghiera genuina è, dunque, completamente centrata attorno alla relazione e non ha niente a che fare con la religione vuota o rituale: è essenzialmente un cuore rivolto verso Dio. La preghiera è un rapporto affettuoso che prevede un dialogo sincero con Dio. In tutta la Bibbia vediamo un Dio desideroso di stabilire una relazione con il Suo popolo. Tu devi pregare proprio perché senza dialogo non c’è relazione. Potresti pregare ogni giorno come se fosse una questione di vita o di morte, inginocchiato, sdraiato, ad alta voce… ma se poi non stessi mai un attimo zitto per sentire se Dio ti risponde qualcosa, che tipo di relazione sarebbe? Che tipo di comunione sarebbe? Gesù vuole parlarti e tu puoi sentire la Sua voce. E’ una Sua promessa.

L’adorazione

L’adorazione non è soltanto un canto, e neppure soltanto una esecuzione musicale. L’essenza dell’adorazione è un naturale fluire della tua relazione con il Padre. E’ una tua risposta al Suo tenero amore, una scoperta di Lui che ci rivela la Sua magnificenza. Puoi esprimere la tua adorazione in tanti modi, sia nella quiete nel chinarti davanti a Dio, come pure nella passione e nell’esuberanza della gioia mentre ti unisci a Lui in un canto allegro. L’adorazione ti porta alla presenza di Dio. Gesù parla degli adoratori che il Padre sta cercando. La parola originale che Egli usa per “adorazione” significa letteralmente “venire avanti per baciare”, esprimendo così il Suo cuore di intimità con il Suo popolo, un’intimità che solamente Gesù poteva rendere manifesta. Gesù non solamente ha fatto entrare l’intimità radicale nell’adorazione, ma ha pure voluto un’adorazione in “verità”. La “verità” parla dell’adorazione fatta col cuore ed incorpora uno stile di vita in adorazione. Non soltanto la domenica, ma ogni giorno, in ogni situazione e con tutto quello che Lui ci ha dato, affinché l’adorazione diventi come dovrebbe essere:  una crescente rivelazione di Dio quando siamo alla Sua presenza.

Lettura della Bibbia

La Bibbia ha lo scopo di portarti ad una comunione personale con Cristo. La Bibbia è di estrema importanza dal momento che è la più sicura, la più chiara e la più dettagliata spiegazione della rivelazione di Dio a te per quanto riguarda il Suo carattere, il Suo piano di salvezza e altre verità. Dio ha guidato gli scrittori della Bibbia, così che il prodotto di questi ultimi fu la Sua Parola nelle loro parole, e quindi  ogni parte del  contenuto della Bibbia è ispirata da Dio. Non c’è modo più facile o più sicuro per conoscere Dio  se non attraverso la Sua Parola. La Bibbia inoltre ti guida a capire te stesso e ti aiuta a cambiare. Ricorda però che non potrai comprendere la Bibbia nella sua pienezza se non hai lo Spirito Santo dentro di te. Lo Spirito può illuminare per te quei brani che Dio vuole comunicarti, aiutarti a capirli e soprattutto a metterli in pratica.

La profezia

Nella Sua sovranità Dio sceglie a volte di comunicare con qualcuno tramite una altra persona. Se sceglierà te come messaggero, tu riceverai un messaggio da parte di Dio (detto anche “parola profetica”).Ricorda però che, così come Gesù è al centro dell’intera Bibbia, Egli è al centro di tutta la profezia; cioè le parole profetiche date a destinatari umani fallibili, devono essere sempre confutate attraverso l’infallibile Parola di Dio, che è la Bibbia. Dio non è confuso. Lui non dirà una cosa nella Bibbia per poi darti una parola profetica che nega la Parola stessa.

Tempo silenzioso di meditazione

Per avere comunione con Dio devi includere nella tua vita dei “tempi silenziosi”. Prova a farlo ogni giorno. Mettiti in un posto calmo, in un momento che le faccende e le preoccupazioni della giornata non ti disturbano – per esempio, la mattina presto. Entra nella calma, cerca il Signore, adoraLo e condivida con Lui i pensieri del tuo cuore. Tranquillizzati alla Sua presenza e focalizza la tua attenzione su Lui. Poi in questa calma ricevi quello che Egli ti dice o ti mostra. Per molti di noi, il più delle volte, la voce interiore di Dio si manifesta spontaneamente in pensieri, visioni, sentimenti o impressioni.

Come posso riconoscere la voce di Dio?

Gesù dice che Lui  è il buon pastore. Lui vuole guidarti e vuole che tu conosca la Sua voce. Quando la conosci, puoi distinguere ciò che è vero da ciò che non lo è. E come con le voci umane, più volte sentiamo la voce di Dio, più impariamo a conoscerla. Sono molte le voci che esprimono idee, filosofie, tradizioni, regole e usanze. Ti parlano quotidianamente, e tu devi discernere l’una dall’altra. Leggendo con regolarità la Bibbia, puoi “sintonizzarti” con la voce di Dio. Un’altra prova, in linea generale, è questa: il messaggio porta vita, speranza e incoraggiamento, e forse anche un invito al pentimento? O è un messaggio che abbatte e distrugge le persone? Tu servi un Dio d’amore e Lui dà messaggi di pace e misericordia, per edificarti e avvicinarti a Sé.

Leave a reply